Su di me

“La scrittura è un antico dono degli Dei. Quasi nessuno ha capito come adoperarlo nel modo giusto”.

Silvia Zoncheddu

Benvenut@!

Mi chiamo Simona e sono una Digital Storyteller, la raccontastorie dell’era digitale. Amo leggere e scrivere. Sono appassionata di Marketing Digitale e di comunicazione, in tutte le sue forme.

Mi affascina il mondo della traduzione, mi incuriosiscono le parole e adoro la lingua italiana (lo username del mio account privato di Instagram non a caso è @simonadellacrusca). Mi piacerebbe diventare un dizionario vivente.

Ah, vorrei anche scrivere un libro. E magari occuparmi della strategia di marketing di una grande azienda multinazionale. Se fosse un’azienda di moda, poi, sarebbe il Top!
Dimenticavo, sono una addicted di orecchini e anelli appariscenti.

Qualcuno ritiene che voglia fare troppe cose, qualcun altro pensa che ancora non abbia scelto, capito o forse deciso cosa fare da grande.
A me piace definirmi una “multipotentialite”, prendendo in prestito le parole di Emilie Wapnick nel suo TED Talk.

Perché TI RACCONTO?
Scrivo da quando ho imparato a farlo e, prima ancora, abbozzavo segni di scrittura su tutto ciò che mi capitava davanti, anche sulle mura di casa. Dicono dei miei scritti che hanno la capacità di incuriosire e portare il lettore a finire il testo.

Nel mondo del web, comunicare bene è fondamentale per avere successo, qualsiasi sia la professione svolta.
A chi non è capitato, almeno una volta nella vita, di cercare delle informazioni sul web e di non trovare una risposta alle proprie domande? E non perché le informazioni non fossero sufficienti, anzi, magari erano anche pertinenti; se solo fossimo riusciti a comprenderle avremmo trovato la soluzione al nostro problema.

Spesso, però, ci troviamo di fronte a un testo scritto da un professionista del proprio settore che conosce (e utilizza) un linguaggio, appunto, settoriale: burocratico, medico, giuridico. Ma il web non è popolato solo da avvocati, medici o commercialisti.

I miei studi linguistici e l’esperienza nel digital mi hanno spinta a intraprendere questa avventura di raccontastorie dell’era digitale, come mi piace definirmi.

Il mio obiettivo è rendere chiara la comunicazione e trasformare le nozioni più complesse, in modo che siano accessibili a un vasto pubblico.

COME lo faccio?
Dando sfogo alla mia vena artistica. Scrivo – di tutto – decoro, edito e soprattutto, mi metto nei panni di chi mi legge. Il mio scopo è “Dire quasi la stessa cosa” per citare uno dei miei autori preferiti, Umberto Eco, ma in modo semplice e chiaro (aggiungo).

PERCHÉ lo faccio?
La scrittrice Silvia Zoncheddu afferma che la scrittura sia un dono degli Dei ma che quasi nessuno ha capito come adoperarlo nel modo giusto. Ecco il mio Perché: aiutare a utilizzare questo dono che ci è stato fatto. Credo nella scrittura come strumento di diffusione e inclusione.